06 aprile 2009

Progetto ECDL


Da una settimana frequento il corso ECDL (patente europea del computer) presso l’Istituto Magistrale di ‘S. Benedetto’, in via Positano a Conversano, la mia città. Ho seguito le prime lezioni con grande interesse, tenendo presente che non è un corso d’informatica. L’insegnante, la prof.ssa Schiavone, ha spiegato il primo modulo, partendo dal corso base. Che cos’è la patente europea del computer, come si ottiene, le eventuali sedi d’esami e le finalità. Il modulo 1 consiste nel fornire i concetti base della struttura e del funzionamento di un personal computer, senza trascurare l’importanza delle reti informatiche nella società e nella vita di tutti i giorni. Permette, inoltre, di conoscere i criteri ergonomici da adottare per saper usare il pc a 360°.

5 commenti:

silvio di giorgio ha detto...

non è per smontare il tuo entusiasmo...ma lo sai che la patente europea del computer non serve a niente, si?

silvio di giorgio ha detto...

ciao. appunto, vale un punto e mezzo nelle graduatorie ma non serve ad altro. chi non sa usare il computer prima non lo sa usare nemmeno dopo la patente. mi riferìvo a questo..poi che sia un pezzo di carta che fa numero lo so benissimo.anche se in europa non vale un fico secco..ma in italia va benissimo ;-)

Peppe ha detto...

Ti faccio gli auguri di buona Pasqua, da estendere in famiglia, ciao!

Mestolo e Paiolo ha detto...

Ciao Caterina,
Auguri di buona Pasqua.
Un abbraccio,
Stefano

FolleRumba ha detto...

un saluto e tanti auguri

ciao follerumba