01 novembre 2010

Gioia del Colle. Teatro, l'opposizione convoca il consiglio

Caterina Narracci, Nuova gestione teatrale 2010/11. (Settimanale Fax, ed. Gioia del Colle, Anno XV, n. 42, del 30 ottobre 2010, p. 3).


Vecchia e nuova stagione del teatro Rossini: l’opposizione auto-convoca una seduta di consiglio. “Non c’era questa necessità - replica il sindaco Piero Longo - sapevano che era nelle nostre intenzioni e necessità discutere l’argomento in aula. Questa richiesta è strumentale”. Dopo la richiesta di una seduta ad hoc per la questione area mercatale, gli otto consiglieri d’opposizione scelgono di proseguire sulla stessa linea per quel che riguarda la passata e l’ormai imminente stagione del teatro comunale. Già lo scorso settembre l’argomento era stato affrontato in consiglio, evidentemente senza che l’opposizione abbia ottenuto risposte soddisfacenti, altrimenti non ci si troverebbe a distanza di un mese, o poco più, a dover affrontare gli stessi argomenti. “Constatato che ad oggi il Consiglio Comunale non è stato convocato per esprimere un atto di indirizzo sulla futura gestione del teatro Rossini - si legge nel documento di auto-convocazione - e visto che la conoscenza e la rendicontazione di tutte le spese sostenute per le attività teatrali nel biennio 2008/2010 non sono state rese chiare, e che in base allo statuto comunale il processo decisionale che conduca alla futura individuazione della forma di gestione più adeguata sotto il profilo sia economico, sia organizzativo, sia della opportunità sociale, dovrà essere supportata da idonee considerazioni e validi criteri di analisi tuttora sconosciuti al consiglio comunale, i sottoscritti consiglieri al fine di evitare che il consiglio comunale venga messo ancora una volta nelle condizioni di prendere atto della nuova stagione teatrale 2010-2011 chiedono la convocazione urgente con il seguente ordine del giorno: gestione teatro comunale Rossini. Stagione Artistica 2010/2011: atto di indirizzo. Determinazioni”. Dopo queste documento la replica del sindaco nonchè assessore alla cultura: “L’opposizione sapeva, che quello del teatro sarebbe stato un problema che avremmo affrontato in consiglio anche per la necessità di approvare il tariffario, che dovrebbe rimanere invariato rispetto a quello dello scorso anno, passaggio senza il quale non si potrebbe andar avanti con la programmazione della stagione”. L’anteprima c’è stata lo scorso giovedì con il concerto dell’orchestra della Provincia, ma l’inaugurazione vera e propria è prevista per i primi giorni di dicembre. “Nel cartellone della nuova stagione avremo una sezione dedicata alla musica - anticipa Piero Longo - una dedicata alla prosa, una alla lirica ed una dedicata alla prosa più leggera”.
Lucia Rizzi


Nessun commento: