06 dicembre 2010

Turi. A salvare la maggioranza è Ventrella

Caterina Narracci, Babbo Natalino. Da sinistra Natalino Ventrella e il Sindaco. (Settimanale Fax, ed. Turi, Anno XV, n. 47, del 4 Dicembre 2010, p. 5).

Al termine della lunga seduta di martedì - ricca di spunti e colpi di scena - il dato che emerge in maniera inequivocabile riguarda il ruolo fondamentale che ha assunto la posizione di Natalino Ventrella. Il consigliere di minoranza, eletto nella lista “Tutti per Turi” di Tina Resta, consentirà al primo cittadino di festeggiare sulla poltrona di sindaco anche il Natale 2010. Volente o nolente è lui l’ago della bilancia. Senza il suo voto a favore non si sarebbe approvato il principale punto all’ordine del giorno: le variazioni di assestamento al bilancio di previsione dell’esercizio 2010, al bilancio pluriennale 2010/2012, all’elenco annuale delle opere pubbliche per il 2010 e al programma triennale delle opere pubbliche 2010-2012. Infatti il provvedimento è passato con 11 voti favorevoli e 10 contrari (gli 8 voti dell’opposizione più quelli della coppia “dissidente” composta dai consiglieri di maggioranza Teresita De Florio e Giampiero Luisi). “Ho votato a favore - ha spiegato Ventrella - sia perché attendo che venga portato il Pug in consiglio comunale (Turi attende da 35 anni un nuovo strumento urbanistico), sia perché nell’assestamento erano previsti fondi per la manutenzione delle strade. Perché, mi sono chiesto, votare contro un assestamento che contempla opere che serviranno a tutti i cittadini? Se verranno sistemate le strade sarà anche merito mio, avendo contribuito a far passare la misura”. Ventrella ha altresì preannunciato che non voterà nel prossimo consiglio comunale la mozione di sfiducia presentata martedì dai suoi colleghi di minoranza (ma che sarebbe pronto a votarla qualora entro gennaio non venga approvato il piano urbanistico). Il regolamento prevede che la discussione debba avvenire entro 30 giorni dalla data della presentazione (e non prima di 10). Durissima la posizione della ex capolista Tina Resta nei confronti del consigliere. “E’ inutile che Ventrella si arrampichi sugli specchi del Pug. Si è schierato chiaramente con l’amministrazione Gigantelli. Coerenza vorrebbe che dalla prossima seduta prendesse posto tra i banchi della maggioranza. Non aspetteremo i termini da lui fissati. Averlo accolto nella mia lista è stato l’errore politico più grave che ho commesso”. A quanto pare la posizione assunta da Ventrella è destinata a far discutere ancora.

4 commenti:

Anonimo ha detto...

All's well that ends well

[url=http://www.dsquared-outlet.com/dsquared-jeans.html]dsquared jeans[/url]

- shakwandee5ha

Anonimo ha detto...

Sempre brava e riesci a strapparmi un sorrisio ogni volta bella Caty.

TuristadiMestiere ha detto...

Turi nel suo piccolo riflette quello che succede nel nostro Paese: si saltella da uno schieramento all'altro con grande disinvoltura. E noi qui a guardare... :(

Anonimo ha detto...

Quanto mi piaci Caterina!